skip to Main Content
Acer Predator Triton 900: La Presentazione Sorprende Il Pubblico

Acer Predator Triton 900: la Presentazione Sorprende il Pubblico

Il settore del Gaming è vasto e pieno d’opportunità per puntare su alcuni trend curiosi. E’ possibile trovare portatili potenti che hanno uno schermo girevole o che può addirittura essere staccato e portato in giro. La Razer ad esempio ha sviluppato dei notebook sperimentali, con un portatile chiamato “Project Valerie” dotato di ben tre schermi.

L’Acer ha da qualche tempo effettuato il suo ingresso nel settore del Gaming con diversi prodotti, ma la sua serie Predator è qualcosa d’incredibile. Portatili decisamente alti nel prezzo (da 5000-8000 euro) che offrono componenti come schede video per PC fissi ad alta potenza (Geforce GTX 1080) ed altri componenti solitamente non presenti in una configurazione normale.



Ma una cosa che mancava a quest’azienda era un portatile con qualcosa di veramente speciale, una funzione unica che solo quel modello può offrire.

E’ così che è stato presentato di recente il Predator Triton 900 (guarda il video). Anche se l’argomento può risultare ripetitivo, questo Notebook concentra le sue funzioni speciali sullo schermo.

Ornato da una composizione ad alta potenza (anche se non completamente dichiarato, ci si aspetta sempre l’ultima scheda video Geforce ed un processore i7 ad alto potenziale) il Triton 900 porta con sé uno schermo con una risoluzione massima di 4K Ultra HD con G-Sync integrato – qualcosa che suggerisce altissime risoluzioni in qualsiasi videogioco senza mai perdere un fotogramma – ma ha anche una funzione molto particolare che offre un livello di comodità unico.

Il Display può infatti poggiare su una cerniera che gli permette di roteare in più posizioni, anche avvicinandosi all’utente se necessario. E’ possibile dunque girare lo schermo fin dietro il Notebook oppure metterlo maggiormente ravvicinato a noi, così da farci godere tutto il potenziale che la grafica moderna ha da offrire.

Fra gli altri surplus che il Triton 900 offre, vi è presente un sistema di raffreddamento Aeroblade 3D di quarta generazione. Il sistema Aeroblade 3D si differenzia dagli altri portatili per il suo studio complesso sui livelli del rumore e la massima efficienza per ridurre la temperatura. Non si tratta semplicemente perciò di grosse ventole montate in un’unica pista di tubicini in rame che vengono riscaldati dalla combinazione di CPU e GPU – è un vero e proprio schema studiato fino in fondo.

Un fattore interessante che riguarda queste ventole sono le pale: sono seghettate alla punta per ridurre il rumore di sottofondo anche al massimo carico di lavoro. Che la cosa aumenti il costo di manutenzione di questi portatili è indifferente per la casa: in fondo, se potete permettervi un mostro simile, non è difficile sostituire un set di ventole così raffinato.

Inutile dire che il resto dei componenti è il massimo standard possibile. La tastiera è meccanica, con tasti predisposti ad accomodare ogni tipo di partita più aggressiva. Inoltre, è retroilluminata RGB, perciò può essere colorata a nostro piacimento fra le sue milioni di varianti disponibili. Al fianco della tastiera possiamo trovare un enorme touchpad che diventa un tastierino numerico non appena ne abbiamo il bisogno.

Al momento non è stato reso noto il prezzo di questo portatile. E’ chiaro che l’Acer vuole prima sentire il parere dell’utenza prima di capire dove dirigersi con un concept del genere: in fondo alcuni Notebook sono rimasti in questo stato anche dopo la presentazione, prima d’uscire sul mercato con differenze sostanziali. Ma non sembra essere il caso del Triton 900, un Notebook che sembra finito e pronto all’uso, ma che non ha ancora un cartellino del prezzo. Se consideriamo già il costo dei Predator “normali” è chiaro che questo particolare modello di portatile con schermo dedicato non sarà certamente da meno.

Pronti ad aprire un mutuo in banca?


Back To Top