skip to Main Content
E’ Possibile Usare Windows 10 Su Portatili Arretrati?

E’ Possibile Usare Windows 10 su Portatili Arretrati?

Siamo ormai quasi nel 2019, ma per quel che vi riguarda… è ancora il 2015, o peggio. Avere a che fare con un vecchio  portatile può essere complicato man mano che i sistemi operativi e i programmi si aggiornano. Windows 7 perderà presto il suo supporto definitivo, Windows 8.1 perderà definitivamente il supporto nel 2023. Questo ci costringerà naturalmente ad installare Windows 10; ma se il nostro notebook funziona ancora e continuerà a farlo anche fino a quell’età, perché dobbiamo per forza cambiare?



Chiaro, ci sono comunque innumerevoli motivi per farlo. Le architetture cambiano e così le loro istruzioni. I sistemi più vecchi possono usare questi nuovi comandi ma impiegano di più per completarle. Poi dobbiamo affrontare l’intero discorso che riguarda il resto della composizione, non solo il processore.

Windows 10 è un sistema operativo molto elastico, anche più di Windows 8.1 – ma tutto ha un limite. Può funzionare su qualsiasi sistema anche arretrato, ma andrà lento in ogni operazione.

Dobbiamo proprio abbandonare il nostro vecchio portatile?

Non esattamente. Possiamo ancora rimediare a qualcosa, probabilmente per farlo durare ancora un po’. Ecco tutto ciò che possiamo fare:

Domandatevi questo: posso potenziare il mio notebook? Occhio quindi a quelli che sono i componenti intercambiabili:

  • Hard Disk. Cambiatelo con una SSD, non il top della gamma visto che il PC è già piuttosto vecchio. Una Crucial MX300 andrà benissimo ad esempio, se proprio volete risparmiare procuratevi una Kingston.
  • RAM. Controllate le memorie supportate dal vostro portatile, procuratevi quella più veloce e grande che potete. Con 8Gb vi sarà la possibilità di saltare parecchie delle difficoltà presenti in Windows 10, con 16Gb andrà a meraviglia. Bisogna comunque tenere a mente che la velocità della RAM è importante, non solo la quantità.
  • Lettore DVD/Bluray. Potete sostituirlo con un accessorio nel quale inserire un altro HDD. Utilissimo per ridurre il passaggio dati intenso, ma fatelo solo per i programmi meno usati o solo per conservare i dati. Le porte riservate per i lettori DVD sono anche più lente.
  • Batteria. Un piccolo bonus, se potete cambiarla fatelo, almeno restituite un po’ di vita al vostro portatile!

Visto che ci siete non dimenticate mai di dare una piccola pulita all’interno del vostro Notebook! La polvere può davvero limitare le operazioni che può effettuare un portatile.

Controllate sempre in che stato è il vostro vecchio HDD e memoria RAM! Questo specialmente se non volete sostituirli. Potete fare ciò con diversi strumenti.

MemTest (https://hcidesign.com/memtest/) è un ottimo strumento per testare la RAM.

HDDScan (http://hddscan.com/) è invece adatto per testare il nostro Hard Disk.

Windows 10 ha già un sacco di funzioni integrate per ottimizzare l’uso del PC completamente da solo. Ad esempio, può comprimere la memoria in uso per evitare di far riempire la RAM. Inoltre, parte del suo sistema può adattarsi alla nostra quantità di CPU e RAM disponibile. Ma per il resto dovete modificare voi il sistema operativo per renderlo più vivibile. Questo è soprattutto il caso se avete:

  • Meno di 4Gb di RAM. I sistemi con 2Gb di RAM sono difficili da gestire con Windows 10 e i programmi d’uso comune come Firefox o Chrome.
  • Una CPU di vecchissima generazione ed economica già da sé. Qualcosa come i primi Dual Core 2 Duo a 2,20Ghz. Possibile farlo funzionare, ma difficile. Con le prime generazioni i3 / i5 / i7 le cose cambiano parecchio, specialmente se Quad.
  • Un vecchio HDD. Un Hard Disk da 5200RPM già invecchiato dall’uso non farà che rendere le operazioni più pesanti.

Vediamo quindi cosa possiamo fare per adattare il nostro sistema operativo e renderlo quindi più supportabile per il nostro vecchio Notebook.

Ottimizziamolo con i programmi adatti

Possiamo usare:

Windows 10 Manager (https://www.yamicsoft.com/it/windows10manager/product.html). Con questo programma potete tranquillamente modificare tutto il sistema operativo, ma se non vi sentite sicuri potete usare semplicemente il Wizard per effettuare tutti i passi necessari.

ShutUp10 (https://www.oo-software.com/en/shutup10). E’ un programma per bloccare i servizi più fastidiosi di Windows 10, ed anche quelli  non necessari o che non useremo mai. Non dobbiamo nemmeno consultare una guida: ShutUp10 consulta un database di servizi consigliati per la disattivazione o quelli che magari è meglio disattivare se proprio lo desideriamo.

Defraggler (https://www.ccleaner.com/defraggler). Un ottimo programma per ottimizzare SSD e deframmentare HDD, così da tenerlo sempre in ordine.

Per il resto, Windows 10 ha una modalità di manutenzione automatica. Se lasciate il vostro portatile per più di 10 minuti fermo, il sistema operativo comincerà a fare ordine completamente da solo. Backups, aggiornamenti, pulizia del registro…penserà a tutto lui.

Non dimenticate che potete anche modificare manualmente alcuni aspetti del sistema operativo per ottimizzarne le caratteristiche. Ecco qualche consiglio:

  • Aprite Start e andate nelle impostazioni. Andate in Personalizzazione e quindi in Colori. Sotto quell’opzione, disattivate “Seleziona automaticamente un colore principale dallo sfondo”.
  • Cliccate con il tasto destro su Start e quindi su “Gestione dispositivi”. Cliccate su “Unità disco” e passate quindi ad aprire il vostro HDD principale. Sotto Criteri, attivate entrambe le opzioni che trovate all’interno (valido solo per HDD, lasciate perdere se avete una SSD).
  • Aprite esplora risorse (Tasto WIN+E nel caso), cliccate con il tasto destro su “Questo PC” e aprite le impostazioni di sistema avanzate. Sotto “Avanzate” aprite le impostazioni delle prestazioni. Eliminate tutti gli effetti visivi innecessari. Di lì potete anche disattivare la protezione sistema per accelerare leggermente le operazioni, ma lo sconsigliamo.
  • Cliccate sulla batteria e tenete sempre la selezione su “Massime prestazioni”.

Infine, cercate sempre versioni più leggere di qualsiasi programma che dovete utilizzare. Ad esempio, per leggere i PDF potete usare SumatraPDF. Per la navigazione, potete usare Midori o Maxton Browser.


Back To Top