skip to Main Content
Microsoft Surface Book 2: Il Compromesso Fra Produttività E Portabilità

Microsoft Surface Book 2: il compromesso fra produttività e portabilità

A volte quel che valutiamo in un portatile è la produttività, che ci porta a cercare un qualcosa che possiamo portare in giro consentendoci di lavorare, occasionalmente fare una partita a qualcosa di non troppo impegnativo, magari aggiungendoci sopra una piccola registrazione ed elaborazione video in alta risoluzione.



Il discorso in realtà è più complicato del previsto. Per raggiungere queste caratteristiche non dobbiamo pensare ad un portatilino da 400 euro, poiché questi sono lenti e non ci fanno raggiungere il picco assoluto della qualità su tutti gli scopi che abbiamo appena descritto. Se vogliamo elaborare un video in alta risoluzione, ci vuole molto tempo. Aprire un gioco un con una buona grafica è quasi impossibile. Registrare le nostre attività dinamicamente al passo con ciò che stiamo facendo blocca il notebook.

Ma allo stesso modo non possiamo certo prendere un Notebook dedicato al Gaming! Questi portatili in genere sono molto pesanti e non proprio dedicati ai lavori d’ufficio (anche se naturalmente possono fare tutto ciò senza fatica). Come possiamo trovare una combinazione fra le due cose, pur conservando praticabilità e potenza hardware?

In occasione del rinnovo della collana offerta da Microsoft, eccoci a parlare del Surface Book 2

 

Si tratta d’un portatile Ibrido, altrimenti chiamato 2-in-1, dal quale possiamo staccare lo schermo ed usarlo come un enorme e potentissimo Tablet. Di regola possiamo trovarlo in diverse varianti, le due principali hanno uno schermo 13.5 e 15 pollici ad alta risoluzione (3,000×2,000 per la prima, 3,240 x 2,160 per la seconda) Generalmente la composizione interna può cambiare di modello in modello: noi ci concentreremo sul Surface Book 2 da 15 pollici con processore Intel Core i7-8650U, 16Gb di RAM, SSD da 256Gb e scheda video Nvidia GTX 1060 (discreta, da 6Gb integrate).

Il suo peso è il primo fattore positivo, considerando naturalmente che si tratta d’un diretto concorrente del Macbook. Pesa appena 2 chili (1,9Kg) e come tale si tratta d’un Notebook piuttosto leggero, facile da portare ovunque (specialmente con solo il suo schermo, trasformandolo in un Tablet).

Il suo design è semplice, magari troppo per certi utenti. La sua scocca con rifiniture in magnesio argentato conferisce un po’ di resistenza e peso ridotto all’intero PC, ma non possiamo notare particolari accessori speciali che possono rendere questo 2-in-1 più appetibile. Possiamo tuttavia trovare un buon touchpad di grosse dimensioni ed una tastiera resistente ed efficiente. Fra le opzioni secondarie possiamo trovare la connessione USB-C (questo modello è il primo dei Surface a supportarlo). E’ possibile comunque trovare delle porte USB 3.1 ed una porta SD. Possiamo naturalmente trovare anche l’ormai obbligatorio connettore per l’adattatore Surface, per espandere le sue potenzialità di connessione.

Dall’alto delle sue caratteristiche Hardware, il Surface Book 2 ha due batterie. Una serve per alimentare la parte “Tablet” (ovvero lo schermo, nel quale è inserita) e l’altra è fatta appositamente per la parte Notebook, integrata nella base. Questo permette al portatile di raggiungere una durata di almeno 10 ore d’uso continuo, anche se naturalmente dipende sempre da cosa ci state facendo. Per sfruttarlo veramente al massimo bisogna anche personalizzarlo, una cosa che non tutti gli utenti possono trovare preferibile.

Ma per il resto, questo portatile è molto potente. Può avviare praticamente di tutto, anche nella sua forma Tablet, anche se è ovvio dire che con tutti gli ultimi giochi usciti bisognerà comunque adattare bene le impostazioni per evitare problemi. Il processore Core i7, unito alla scheda video Nvidia GTX 1060 e l’alta quantità di RAM può dar vita ad un po’ tutte le situazioni ideali, dalla sessione d’ufficio all’elaborazione video. La SSD integrata conferisce elevate velocità di trasferimento dati.

Ma il punto di forza della sua categoria rimane sempre la portabilità

In questo il Surface Book 2 riesce egregiamente a funzionare come un tablet ad altissima potenza, ma non dobbiamo mai dimenticarci della sua forma Notebook.

In particolare la Microsoft ha scelto di dare un look particolare al Surface Book 2, con una cerniera che chiude a “libro” il portatile. Questa decisione ha qualche conseguenza: il dispositivo sembra dondolare un po’ troppo se toccato, suggerendo che questo meccanismo non sia poi cosi solido come sembra.

Ma tiriamo alla fin fine le somme: per 2150 euro circa  quanto appetibile è il Surface Book 2?

La risposta è: tantissimo. Se avete mai desiderato un Macbook Pro con sopra Windows 10 e con delle piene funzionalità da Tablet incluse…il Surface Book 2 è tutto quello che avete mai desiderato. Ovvio, non avrà la famosa barra dell’Apple, ma ha anche tanti altri vantaggi in aggiunta.


Back To Top