skip to Main Content
Xiaomi Black Shark: Il Game Phone Economico

Xiaomi Black Shark: il Game Phone Economico

Con la fetta di mercato che i cellulari cinesi si sono ritagliati durante gli anni si sta ormai consolidando la Huawei, ormai una delle marche più seguite del momento, ed è quasi esclusivamente cinese. Così, anche altre marche d’origini cinesi stanno cercando di sbarcare nella nostra regione, tutti con qualche obiettivo in mente. Fra le tante, possiamo certamente notare la Xiaomi. Inizialmente non ha impressionato molti utenti, ma un evidente punto di forza ce l’ha: produce diversi tipi di cellulari, praticamente d’ogni tipo e misura, tutti per diverse esigenze. Insomma, è un po’ come la Samsung quando anni fa offriva diverse varianti di tantissimi cellulari e modelli – non come al giorno d’oggi che si limita a quelle 4-5 serie importanti.



Anche se questo può essere semplicemente un tentativo della casa per capire quale modello può rimanere meglio piazzato, vediamo di analizzare un particolare Smartphone che hanno lanciato di recente dal nome davvero accattivante: parliamo quindi dello Xiaomi Black Shark.

Questo non è altro che un Gamer Phone. Quindi dovete immaginarvi prodotti come il Razer o il ROG Phone, cellulari destinati principalmente a lunghe sessioni di gioco e per quei videogiocatori che amano farsi notare in giro con uno Smartphone dai tratti luminosi ed appariscenti. Chiaramente, il Black Shark è un cellulare dedicato a chi non può spendere 700-800 euro, perciò è il classico caso del cellulare cinese che può offrire la stessa cosa dei prodotti costosissimi ad un prezzo molto più basso.

Nel caso del Black Shark, il prezzo del quale parliamo è di 479 euro. Molto meno rispetto ai tipici cellulari da “Gamer”. Ma offre la stessa esperienza?

Per prima cosa, osserviamo il design

Questo cellulare presenta un look aggressivo, tipico della sua categoria, con una combinazione di metallo e vetro scuro. In estremo risalto il logo “S” illuminato di verde, con i suoi bordi dello stesso colore. Il resto della scocca è di plastica, ma studiata per la miglior presa possibile. Su questo la Xiaomi non ha fallito per niente: si tratta d’un cellulare che si fa notare e affronta a testa alta la concorrenza.

Lo schermo da 6 pollici riporta una risoluzione di 2160×1080 con una densità pari a 403ppi. Anche se si tratta d’un pannellino IPS LCD, non è veramente ben calibrato: la fedeltà dei colori è difatti molto bassa, anche se bisogna dire che l’esagerata luminosità dell’apparecchio compensa molto questo problema. Vi ritroverete comunque con colori molto vivi e parti scure veramente profonde. Vista la dimensione e l’alta risoluzione, vi ritroverete comunque a godere di partite intense.

Parlando delle prestazioni, è chiaro pensare che questo Smartphone ha delle caratteristiche molto di spicco

Ad esempio, è presente un chipset Snapdragon 845 con 8Gb di RAM, accompagnate da 128Gb di memoria interna. Il chipset Snapdragon d’ultima generazione include anche la scheda video Adreno 630, già piuttosto potente nel suo aspetto.

Proprio per questo il Black Shark ha una modalità chiamata “Extreme Mode” la quale aumenta la velocità di tutto il sistema per eliminare ritardi nel caricamento o durante i momenti più caotici del gioco. Questa opzione è utile per i videogiocatori più esigenti, ma aumenta parecchio la temperatura generale del cellulare. Anche se dotato del famoso raffreddamento a liquido, dobbiamo comunque aspettarci un dispositivo ben caldo fra le nostre mani – soprattutto durante giochi 3D molto pesanti. Se però avete paura di ustionarvi, nessun problema: il Black Shark ha in dote attualmente un piccolo Gamepad, anche se è la versione ridotta. La stessa Xiaomi vende la versione più aggiornata chiamata Gamepad 2.0, già compatibile con questo cellulare.

 

Passiamo poi alla fotocamera

Si tratta di una fotocamera con doppio sensore da 12+20Mpx, il che ci fa aspettare grandi prestazioni: purtroppo non è esattamente il caso. Sì, le foto scattate non sono per nulla male, bisogna anche dire che non sono al livello di marche come Samsung o Huawei. Aspettatevi buone qualità, ma non eccezionali. Forse questo punto si può migliorare con qualche app abbinata.

Ma parlando di programmi, ecco una gradita sorpresa: la Xiaomi ha imitato parecchio Google offrendo un cellulare quasi del tutto pulito da vari programmi spazzatura e personalizzati. E’ una piena esperienza Android 8.0, ma naturalmente la controparte Gaming non è stata lasciata a sé. Questa è difatti l’unica parte veramente personalizzata del Black Shark, con un piccolo centro giochi nel quale possiamo regolare di tutto – dalle notifiche alle varie funzioni rapide – così da ottimizzare il telefono al volo per quando dobbiamo fare qualche partita. Ovviamente è presente anche lì l’Extreme Mode e qualche funzione per ripulire la RAM nel caso abbiamo bisogno di più memoria.

Su questo aspetto, il cellulare ha anche il suo tasto personalizzato (chiamato Shark Space) il quale disattiva ogni singolo programma, chiamata e notifica, così da concentrare tutto il giocatore ed il cellulare stesso per il gioco che vogliamo aprire.

Ormai abbiamo capito che graficamente il cellulare è molto buono ed il software è tutto predisposto per giocare.

Come si presenta il resto?

Per l’audio, diciamo “un pò così-così”: sono presenti casse stereo, ma sono posizionate nel peggior modo. Rischiamo più volte di coprirle e rendere così il sonoro molto difficile a sentire. Molto incoraggiate cuffie o casse esterne a questo punto!

E con tutta questa potente composizione, quanto dura effettivamente il Black Shark? Con una batteria da 4000mAh, molto. Il cellulare è stato studiato per durare diverse ore per un uso quotidiano, facendoci arrivare alla fine della giornata con anche un po’ di carica in avanzo. Ovviamente, giocandoci continuamente la carica se ne va via più in fretta, ma anche in questo caso si può dire che lo Smartphone dura più di quanto ci si aspetti. Questo è anche dovuto all’ottimo utilizzo del software e potenzialmente dello Shark Space, che lascia libero il Black Shark per lavorare solo sul gioco.

Quindi? Ne vale la pena?

Sì, sì e poi ancora sì! Se state cercando un cellulare che può offrirvi un esperienza di gioco completa ad un ridotto rispetto alle marche più famose, non guardate più oltre. Ignorate magari la fotocamera, quello volendo è l’unico punto veramente debole dello Xiaomi Black Shark. Altrimenti, tutto il resto può essere passabile sotto certi aspetti, e per 479 euro…cosa vogliamo di più?


Back To Top